Resoconto incontro RSU Lazio del 28 Febbraio 2019 

Il 28 Gennaio si è tenuto l’incontro tra l’azienda e l’RSU Lazio e STAFF con il seguente ordine del giorno:
• Evoluzione progetto Negozi Sociali
• Trasformazione operativa OPM
• Piano Moving Roma
• Art. 53 CCNL
• Varie ed eventuali


Roma, 4 Febbraio 2019

 

NEGOZI SOCIALI
In conseguenza delle variazioni intervenute al vertice aziendale è stato rivisto il progetto di cessione dei negozi sociali di Roma e Fiumicino alla controllata 4G RETAIL, progetto comunicato all’RSU il 30 Luglio 2018 con l’obiettivo di incrementare i ricavi da vendita maggiormente garantiti, nelle convinzioni del management dell’epoca, da un’azienda focalizzata sulla vendita di prodotti e servizi della telefonia. Oggi l’azienda ritorna sulle proprie decisioni e comunica che i negozi sociali resteranno di proprietà TIM con l’obiettivo di rilanciare le vendite e valorizzare il brand TIM. Per il raggiungimento dell’obiettivo saranno poste in essere le seguenti azioni:
• Ampliato l’ambito di azione degli addetti alla vendita al fine di migliorare la gestione delle attività post vendita
• Vi sarà un accesso prioritario del gruppo partner care nei confronti dei negozi sociali, con potenziamento delle attività di gestione
• Il gestore del negozio avrà un profilo dedicato sui sistemi per risolvere rapidamente delle necessità che si vengono a manifestare nella gestione del cliente
• Nei negozi vi saranno dei corner per le sperimentazioni di servizi TIM come TIMVISION, TIMGAMES, contenuti IoTIM
• Il valore dello staff di vendita, ora considerato “punto di eccellenza dell’azienda”, sarà potenziato con azioni formative che si prefiggono di ampliare la capacità di intercettare le esigenze del cliente da soddisfare con una vendita di tipo “consulenziale”. In particolare:
o Percorso formativo presso la Tim Academy su 3 ambiti: trend, customer experience, servizi normativi e nuovo modello di vendita
o Azioni definite di “contaminazione”: si tratta di momenti di affiancamento con personale proveniente dalle varie esperienze aziendali (tecnici on field, agent, customer care, ecc.) per scambio conoscenze
• Non è previsto incremento di personale

 

CONSIDERAZIONI SNATER
Avvilente. Nessun altro ragionevole commento è possibile per un’azienda che il 30/7/2018 ritiene inutile possedere negozi avviando la cessione degli stessi alla controllata 4G Retail, giudicata in grado di valorizzare meglio l’attività di vendita, e dopo soli 180 giorni ritiene invece che i negozi sociali costituiscono il fiore all’occhiello dell’azienda.
OPM TECHNOLOGY
Nel settore OPM di Technology è stata avviata la riconversione delle attività svolte da alcune persone impiegate finora su tecnologie in corso di dismissione. Le persone interessate saranno impiegate su attività internalizzate riguardo la gestione territoriale delle attività di rete.
OPM. Tali attività, prima di competenza delle strutture di DG, passeranno sotto la responsabilità delle strutture territoriali e coinvolgono in totale 8 persone. 6 risorse per ROMA + 2 che entrano con spostamenti interni.
MOVING ROMA
ACILIA
• È in corso di completamento la policy per il parcheggio della sede
• L’azienda ha incontrato il X municipio per evidenziare e sollecitare la necessità di interventi per migliorare sicurezza lavoratori in uscita dalla sede (es. assenza di marciapiedi)
ESTENSI
• È in corso di completamento la policy per il parcheggio della sede
ORIOLO
• Sono in corso i lavori per la segnaletica delimitazione parcheggi
• Sono stati definiti e delimitati i posti auto riservati al personale turnista
• Sono stati avviati i contatti con il presidente del XV municipio e con l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale (L.Meleo) per migliorare la mobilità dell’area. Per la ricerca di soluzioni il municipio ha avviato consultazioni con ATAC, COTRAL e l’ospedale S.Andrea. L’azienda sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione
SALICETI
• policy per i parcheggi è in corso di revisione al fine di riservare dei posti auto ai tecnici che intervengono in centrale
• la difficoltà di reperire parcheggi ha portato alla necessità di noleggiare posti auto presso una struttura privata nelle adiacenze della sede al fine di parcheggiare le auto sociali.

SANTA PALOMBA
• sono stati recuperati 2 (due) posti auto in un’area prima dissestata
• è stata aumentata l’illuminazione nel parcheggio motocicli
• sono in corso interventi per migliorare l’illuminazione del parcheggio sia interno che esterno lungo il perimetro della sede

VALLERANELLO
• l’accesso con auto è ora riservato solo ai dipendenti TIM (fatta eccezione per lavoratori mensa)
• sono state individuate nuove aree per l’ampliamento del Parcheggio interno
• sono stati riservati 3 posti auto per il personale del centralino con fine turno oltre le ore 21
• sono in corso pressioni verso la proprietà della sede per l’esecuzione dei lavori di apertura di un accesso pedonale verso parcheggio esterno in via Marronaro; l’attività è collegata anche alla verifica sulla eventuale proprietà privata dell’area

LAVORO AGILE
Nel tema moving è stata introdotta la richiesta di ampliare le giornate di lavoro agile domiciliare. L’azienda ha comunicato che l’emergenza dettata dal piano moving di Roma è cessata e pertanto sono venute meno le motivazioni che hanno portato, nella seconda metà del 2018, ad aumentare le giornate di lavoro agile domiciliare. Ciononostante l’azienda è disposta a riconoscere delle situazioni di criticità per quelle sedi nelle quali non sono stati completati i lavori di adeguamento. In questo senso l’azienda ha individuato la sede di Via degli Estensi per la quale si rende disponibile ad ampliare le giornate di lavoro agile domiciliare a patto che le stesse siano distribuite equamente nei 5 giorni della settimana evitando le attuali concentrazioni nei giorni di Lunedì e Venerdì. In ogni caso la delegazione aziendale ha rinviato al comitato di “verifica e suggerimento”, istituito per il Lazio con l’accordo del 10 Maggio 2018, l’individuazione e proposta di altre sedi che possano presentare le criticità indicate. Le sedi dovranno avere le seguenti caratteristiche: accogliere oltre 500 dipendenti ed essere state coinvolte nel piano moving del 2018.
CONSIDERAZIONI SNATER
Spiace rilevare ancora una volta che il lavoro agile non è visto dall’azienda come una nuova e funzionale forma di organizzazione del lavoro abilitante dello sviluppo della digitalizzazione, del miglioramento della produttività, di promozione della sostenibilità sociale, economica e ambientale e che favorisce la conciliazione tra i tempi di lavoro e la vita personale. Il lavoro agile è visto come benevola elargizione da erogare ai dipendenti a dimostrazione della bontà aziendale o come strumento da impiegare in caso di sopravvenute criticità in alcune sedi nel risolvere le quali si predispongono proposte che anno l’effetto di creare divisioni tra i lavoratori che soffrono in egual modo le difficoltà specifiche dell’area metropolitana di Roma
ART. 53 - Appalti
Le aziende che gravitano nell’ambito del subappalto sono 194 sostanzialmente invariato il panorama relativo agli appalti ossia ancora molte attività vengono date a ditte appaltatrici (52% esternalizzazioni del delivery).

Nel Lazio si è registrato il più alto incremento di produttività anno su anno (+1,3% nel 2018 rispetto al 2017). Per contro nel Lazio si registra il più alto numero di rilavorazioni di tutta Italia: 15% contro il 7% della media nazionale (la Calabria ha il 3,5% di rilavorazioni).
Vengono inoltre segnalate criticità strutturali nella distribuzione territoriale dei tecnici: risulta carenza di personale tecnico in alcune zone del Lazio e il recente bando di concorso interno non ha avuto gli effetti sperati

CONSIDERAZIONI SNATER
Non desta sorpresa il fatto che in questo periodo non vi siano sufficienti richieste per reintegrare il personale tecnico. Nel corso del tempo la qualità della vita aziendale che il tecnico quotidianamente deve affrontare è via via peggiorata: continue pressioni per il raggiungimento degli obiettivi, il mancato rientro sostituito da una incentivazione che non rimane definita come regole ma che spesso è soggetta a cambiamenti, le difficoltà sempre maggiori a riconciliare e recuperare nella busta paga le competenze relative a reperibilità ed al lavoro straordinario (con estenuanti e prolungate attese del Competence Team che spesso si finisce a non segnalare piu’ incongruenze riscontrate in busta paga). E’ chiaro che in questo clima la qualità delle lavorazioni ne risente. Ci auguriamo che l’azienda possa rivedere i meccanismi di incentivazione, ripristinare il mancato rientro oltre che mettere al centro della vita professionale dei propri tecnici la qualità delle lavorazioni senza meccanismi premianti o penalizzanti in relazione alla produttività giornaliera.

RSU SNATER TIM