Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Richieste RSU Snater a TIM

Le RSU SNATER Lazio,

il giorno 15 gennaio u.s., hanno inviato all’azienda le seguenti richieste su:Le RSU SNATER Lazio, il giorno 15 gennaio u.s., hanno inviato all’azienda le seguenti richieste su:

• LAVORO AGILE

• PERMESSI E FERIE ANNI PRECEDENTI

 

LAVORO AGILE

 

Come noto nel comune di Roma sono stati adottati provvedimenti che limitano fortemente la circolazione veicolare creando disagi per il raggiungimento del posto di lavoro.

Oggettivamente tali provvedimenti costituiscono motivo per approvare il lavoro agile domiciliare in base alle previsioni descritte nel capitolo Lavoro Agile per “casi eccezionali” del regolamento aziendale.

I provvedimenti che limitano la circolazione sono previsti dal regolamento anche nel capitolo Lavoro Agile da abitazione “per eventi atmosferici e/o naturali eccezionali” e/o “per inagibilità del Posto di Lavoro (edificio)”. Tra le circostanze che determinano l’eccezionalità degli eventi atmosferici e/o naturali sono indicate:

• ordinanze amministrative emanate in situazioni gravi e di eccezionale necessità al fine di tutelare l’incolumità pubblica;

• limitazioni del funzionamento dei trasporti pubblici e della viabilità

Entrambe le circostanze attengono i provvedimenti in corso nel comune di Roma

Per tale motivo vi chiediamo sensibilizzare i responsabili delle funzioni aziendali ed i gestori HR affinché agevolino le richieste di lavoro agile domiciliare fino a 3 giorni consecutivi la settimana secondo le previsioni del regolamento aziendale.

 

PERMESSI E FERIE ANNI PRECEDENTI

Ci giungono segnalazioni riguardo il fatto che le funzioni in uso ai responsabili per l’approvazione dei permessi e ferie residue anni precedenti siano inibite fino alla metà del mese di febbraio 2020. Questo non consente l’approvazione di tali permessi nel mese di gennaio e per tale motivo chiediamo che la data limite per la fruizione dei permessi degli anni precedenti venga spostata in avanti di 30 giorni rispetto a quanto attualmente previsto dagli accordi; in alternativa chiediamo che assenze non giustificate per questo motivo non producano effetti in busta paga con recupero dei permessi al mese successivo.

 

17 GENNAIO 2020

Lista completa comunicati