Il 20 febbraio si è svolto l’incontro tra la Segreteria Nazionale Snater e la Direzione Generale di Tim.
Il Segretario Nazionale Bruno Brandoni HA RIBADITO nel suo intervento la ASSOLUTA CONTRARIETÀ, DA SEMPRE, DELLO SNATER alla DIVISIONE DELLA TIM in QUANTO VIENE SPEZZATA UNA AZIENDA LEADER nel MERCATO delle TELECOMUNICAZIONI PER COSTITUIRNE 2 O PIÙ CON UN FUTURO INCERTO.
Inevitabilmente l’azienda ha sostenuto la validità della divisione di Tim il cui “closing” è previsto per l’estate.
Alla nostra domanda relativa alla suddivisione del debito attuale (circa 30 mld) tra ServCo e NetCo non ci è stata fornita alcuna indicazione… per cui ribadiremo il tema nel corso dei prossimi incontri.

SONO STATE MANIFESTATE, DA PARTE NOSTRA, ULTERIORI PERPLESSITÀ SULLA GESTIONE FUTURA DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI SIA IN SERVCO CHE IN NETCO.


SMART WORKING abbiamo dato evidenza che tra pochi giorni scadrà l’accordo in essere;
Snater ha ribadito la necessità di dare continuità a tale strumento lavorativo per cui ci attendiamo una veloce proroga.
Abbiamo confermato la nostra massima attenzione per le categorie di lavoratori fragili e per quelle condizioni particolari.


ISOPENSIONE l’azienda fornirà al coordinamento nazionale Rsu i numeri relativi alle uscite
con l’isopensione. Attendiamo questa verifica per controllare eventuali discriminazioni.


CALL CENTER Abbiamo richiesto un approfondimento sui volumi di traffico delle chiamate
affidati ai call center esterni in quanto risulterebbe un calo delle commesse di Tim che sta
comportando un processo di riduzione del personale.
L’azienda ha dato disponibilità a successivi incontri sui temi oggi trattati.

SNATER C’E’… A FIANCO DEI LAVORATORI!!!

Visits: 1542

Privacy Policy