ISOPENSIONE

L’accordo vuole applicare quanto stabilisce la legge di bilancio 2020 che estende fino al 2023 la possibilità di applicare l’articolo 4 della legge Fornero, 92/2012, per un periodo massino di 7 anni, ma per questo anno l’accordo prevede l’utilizzo di un periodo massimo di 6 anni.

Comunque l’accordo stesso è valido soltanto per il 2021 ovvero per i colleghi che raggiungono i limiti pensionabili, vecchiaia o anzianità entro il 31 dicembre 2026 e soltanto per un limite massimo di 1300 unità.

Le priorità della lista dei colleghi aventi diritto all’accesso all’isopensione saranno calcolate in base alla data di maturazione della pensione.

Il sito per registrare la propria disponibilità all’accesso all’art 4 è la piattaforma Accenture https://www.accenturehrservices.it/telecomgroup.

Conclusa la fase di registrazione sulla piattaforma Accenture, la TIM comunicherà all’INPS i nominativi dei colleghi al fine di definire i requisiti pensionistici e calcolare il valore della pensione. In questa fase i colleghi che raggiungono la maturazione pensionistica entro il 31 dicembre 2026 avranno la possibilità di riscattare gli anni di laurea o gli anni di militare o i diritti di alcune categorie di invalidi civili e i ricongiungimenti contributivi.

Si prevedono due finestre di uscita; 31 giugno 2021, 30 Novembre 2021.

L’azienda e i sindacati si riservano di estendere l’accordo presente agli anni 2022 e 2023 per i colleghi che matureranno le pensioni di anzianità o vecchiaia negli anni 2027-2029.

Indicativamente, giusto per avere un’idea, potrebbero rientrare nell’accordo presente tutti i colleghi nati entro il 31/12/1959, per il pensionamento di vecchiaia; mentre per il pensionamento anticipato occorre aver maturato, al 31/12/2020, almeno 36 anni e 10 mesi se uomo o 35 anni e 10 mesi se donna.

Se vuoi verificare se rientri nei limiti previsti dall’accordo, inviaci pure l’estratto contributivo, che puoi scaricare dal sito INPS e ti faremo una stima del calcolo sulla data di pensionamento e del valore della pensione.

ACCESSO NASPI (legge 223/91) LICENZIAMENTI COLLETTIVI

Sono previsti 4 casi:
• Diritto alla Naspi e contestuale raggiungimento del requisito pensionistico
• Diritto alla Naspi senza il raggiungimento del requisito pensionistico
• Possesso dei requisiti per accedere all’ISOPENSIONE, ma con importo
inferiore al 60%della retribuzione annua lorda
• Possesso dei requisiti per “quota 100” maturati entro il 31 dicembre 2021 e
cessazione entro il 31 marzo 2022

FESTIVITA’ CADENTI DI DOMENICA 2021

Le singole festività cadenti di domenica per l’anno 2021 (25 Aprile, 15 Agosto, 26 Dicembre), verranno compensate con permesso retribuito di un’intera giornata + 4 ore, per un totale di 36 ore complessivi.