SNATER Lazio

Ci pervengono parecchie segnalazioni dai colleghi del Caring 119&187 sulla martellante campagna aziendale legata al calcio.

Questi settori, già massacrati da un aumento dei ritmi di lavoro, subiscono anche da parte dei responsabili, un incessante invio di mail, skype, riunioni, etc., scandiscono i “pezzi” attivati e quelli da attivare, senza considerare le giornate di sospensione del CDE dedicate alla formazione che invece di ampliare il bagaglio professionale dei lavoratori, altro non sono che una sorta di lavaggio del cervello per proporre la vendita del pacchetto calcio.

Addirittura i zelanti responsabili durante le riunioni dei gruppi “meno performanti”, mortificano la professionalità dei lavoratori sminuendo l’enorme mole di lavorazioni che vengono svolte dagli operatori.
Operatori che giornalmente devono barcamenarsi tra reclami dei clienti, continui disservizi dei sistemi ripetutamente segnalati dallo SNATER e mai risolti, processi e procedure obsolete e non ultimo, il carotaggio delle chiamate.

Tutto grava sulle spalle di lavoratori, molti dei quali ancora fermi al 4° livello e a 1300 Euro, e che da circa un anno e mezzo mettono a disposizione i loro spazi vitali gratuitamente.

Tutto questo non è più accettabile!!!

Il benessere dei lavoratori DEVE essere messo al primo posto, pertanto chiediamo un immediato cambio di rotta da parte del management del Caring.

Invitiamo i colleghi a segnalarci ulteriori eventuali forzature per poter intervenire nelle dovute sedi e vi ricordiamo la possibilità di dare un calcio allo stress aderendo agli scioperi attualmente in essere.

SNATER È A CON I LAVORATORI.

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire