SNATER Segreteria Regionale Liguria

E fu così che una mattina, come un fulmine a ciel sereno, i TOF entrarono nell’autorimessa e si ritrovarono l’automezzo aziendale tempestato di adesivi verdi con l’offerta del calcio Tim, senza nessun preavviso.
Porca puttena, come mi hanno conciato la macchina” disse il primo TOF!
Lapalissianamente” disse il secondo TOF!
Quello che però è sfuggito all’ufficio “MarkeTim” è la posizione impropria del codice QR sul retro del Fiorino.

Già, perché attirare clienti fa parte del gioco, ma va fatto considerando tutti i rischi del caso.

Ed è andata bene che il fato e la fortuna volessero che i finestrini fossero ancora abbassati, quando un tizio curioso si è avvicinato ad un Fiorino Tim per provare a far leggere il codice QR al proprio smartphone; perché dagli specchietti retrovisori laterali il tizio curioso non si vedeva per niente (quello interno non è presente), ma nel frattempo si è messo ad urlare: “ooooooooohhh“!!!
Hai voglia di avere i sensori posteriori (vedere alla voce: tempi di reazione), basta una retromarcia più decisa da parte del TOF e l’investimento è assicurato!!!
Se il codice QR fosse stato sui lati dell’automezzo, il TOF avrebbe visto il tizio curioso dagli specchietti e non lo avrebbe spaventato (chissà che a sua volta non gli sia venuta voglia di “offrire” un altro tipo di “calcio” …all’incolpevole TOF…).

Chiediamo all’azienda di eliminare fin da subito il codice QR dal retro dei Fiorino aziendali, per evitare di investire i potenziali clienti ma provando, casomai, ad “investire” su di loro…

Oh Madonna benedetta dell’Incoroneta“!

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire