SNATER Lazio

Lo scorso 25 marzo durante un incontro territoriale l’azienda ha presentato la nuova turnazione del sabato per i TOF che prevede un significativo aumento di ore dal 20-25% per singolo lavoratore..
Ciò significa che ad ogni 4 turni di sabato il lavoratore ne prende 1 in più ( 20-25% di incremento)
L’iniziativa aziendale si basa su esame congiunto azienda sindacati che fa riferimento all’accordo nazionale del 2013. Accordo ormai ampiamente superato considerando anche le pronunce della magistratura che si sono susseguite  ad esempio contro la franchigia, contro la timbratura in postazione.

I turni sfalsati sono una libera interpretazione dell’azienda che estendono i turni  oltre il canonico 8:30 -16:38, 10:22-18:30 oppure 11:52-20:00, per poi ottenere un aumento di ore lavorate e di lavoratori nel turno il sabato.

Ora questo non ci meraviglia ma ci fa riflettere su alcuni questioni…… i responsabili della linea tecnica hanno storicamente 3 carte a disposizione da poter giocare;
1) il ricorso allo straordinario
2) il passaggio all’impresa

3) la motivazione del personale

Nessuna di queste carte è stata utilizzata, di cui la più importante è per noi la terza, ovvero la motivazione del personale,  e la comprensione dei problemi tecnici da affrontare e risolvere.
Ma chi può credere che aumentando il personale di sabato e diminuendolo durante la settimana si possono risolvere tutti i guai dell’assistenza tecnica …???
E possibile che il TOF è  sempre utilizzato come una pedina a perdere, senza una vita privata da vivere e difendere???Già abbiamo sopportato il ripristino della giornata lavorativa domenicale, i cui effetti sulla produttività sono negativi, ed ora su Roma e Lazio si farà lo stesso pasticcio organizzativo.

Noi non siamo d’accordo con questi metodi e chiediamo ai  TOF di affermare i loro diritti a partire dal  mancato rientro e di non aderire alla richiesta aziendale di dotarsi di Firma elettronica fin quando non si ristabilisce un rapporto dignitoso tra parti sociali.