Le SS.LL. sono invitate a partecipare all’incontro che si terrà in via telematica il giorno 19 luglio p.v., con inizio dei lavori alle ore 10:00, dedicato alla trattazione del seguente ordine del giorno:

1) PDR 2023
2) Regolamentazione (ex art. 4 co. 1 Legge 300/70) dei sistemi di compliance aziendale di rilevamento e gestione anomalie
3) Interventi relativi all’organizzazione del lavoro in ambito Customer Services Enterprise

SVOLGIMENTO

Ore 10.30 inizia incontro:

Al punto1 azienda propone la proroga sull’accordo pdr così com’è !

Intervento Snater

L’azienda dichiara che NON ci sarebbero i tempi tecnici per discutere e riformulare un nuovo accordo per il PDR per il

2024, per cui propone una sorta di “accordo ponte”.

Come SNATER RIBADIAMO CHE SIAMO  (da sempre) PER l’esclusione DAI CALCOLI  degli importi del Pdr, SIA delle MULTE , SIA degli ONERI DERIVANTI delle USCITE IN ISOPENSIONE , in modo tale che queste spese (oneri NON ricorrenti) NON danneggino quanto di spettanza ai lavoratori

Tra l’altro ricordiamo che questa  soluzione  (esclusione dal calcolo degli ONERI NON RICORRENTI) e’ stata attuata in altre categorie (con sottoscrizione da parte di cgil cisl uil).

L’accordo e’ stato approvato.

Snater e’ intervenuto sollevando il problema delle condizioni climatiche estreme per i lavoratori che svolgono la loro opera all’esterno.

L’azienda presenta il secondo punto: “Regolamentazione (ex art4. c.1 legge 300/70) per quanto riguarda i sistemi di compliance aziendale di rilevamento e gestione anomalia”.

L’azienda vorrebbe la firma di un nuovo accordo che permetta di ampliare gli strumenti di controllo.

INTERVENTO SNATER

L’azienda HA GIA’ PARECCHI STRUMENTI CHE TRACCIANO e CONTROLLANO LE ATTIVITA’ dei LAVORATORI !

Lo SNATER NON HA LA SICUREZZA mostrata da altre sigle sindacali che di fatto sostengono la validità di tali controlli.

Abbiamo portato ad esempio quanto firmato dagli SSF sull’accordo dei micromoduli, che a nostro avviso, altro non è che un sistema per arrivare al controllo individuale.

Comunque per SNATER il discorso può essere chiuso semplicemente, SENZA FIRMARE NESSUN ACCORDO,  invitando l’azienda a rivolgersi all’Ispettorato del Lavoro per le eventuali autorizzazioni del caso.

L’accordo sul secondo punto dell’ord. del giorno – CONTROLLI-
e’ passato con la firma delle rsu di cgilcisluilugl

Snater contrario

L’azienda comunica che a partire da  settembre, per il settore Customer Services Enterprise, darà il via ad una sperimentazione che prevede il passaggio a 5gg su 5 a casa (con rientri in sede 2gg al mese),

INTERVENTO SNATER

Chiediamo che venga estesa su BASE VOLONTARIA la POSSIBILITA’ di FARE LO STESSO LAVORO AGILE 5gg su 5 PER TUTTI I LAVORATORI ATTUALMENTE in SMART-WORKING

chiediamo VENGA RICONOSCIUTO UN RIMBORSO PER LE SPESE sostenute da chi lavora da casa (i famosi costi di produzione).

– segnaliamo che in questi ultimi giorni ai colleghi di Enterprise, oltre al loro normale lavoro sulla clientela Top, è stato dirottato anche parte del lavoro delle commesse TCC, con pochissimo preavviso e  una formazione blanda.L’azienda ha comunicato che introdurrà  anche in questo settore la barra telefonica.

Se pensi che le nostre rimostranze sono anche le tue… Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire

Views: 116

Privacy Policy