Abbiamo sempre sostenuto l’importanza del FONDO TELEMACO all’interno della nostra azienda e abbiamo, in più occasioni indicato i vari parametri che regolano il rapporto tra iscritti e Fondo.

Questa volta proveremo ad essere ancora più chiari esprimendoci in €uro.

Chi si iscrive al Fondo paga una somma di 4,65€.

Questo costo si sostiene una sola volta, ovvero, quando l’aderente si iscrive, da questo momento l’aderente sosterrà un’altra unica spesa annuale  che ammonta a 20€.

La somma di 20€ serve a mantenere in vita il Fondo coprendo il costo di tutti i servizi relativi all’amministrazione, gestione, mondo web e tutto il resto.

Le “spese finanziarie” (gestori e depositario) sono in percentuale e sono detratte dal rendimento.

La spesa per i “costi delle prestazioni” è generalmente molto bassa, se non assente, ed è indicata nelle note informative disponibili sul dito del Fondo.

Come dicevamo all’inizio faremo ora due esempi molto chiari, il primo relativo ad una iscritta che chiameremo “Ilaria”, il secondo, ad un un’iscritto che chiameremo “Federico”.

Ilaria ha 30 anni ed ha uno stipendio lordo annuo di 20,000€, iscritta dal 2010 al comparto PRUDENTE di FONDOTELEMACO versa l’ 1% come contributo, mentre, il datore di lavoro (che versava l 1,2% fino a marzo 2021) ora versa 1,3%, al momento del pensionamento percepirà una rendita(lorda) di :

3723€ a 67 anni
4665€ a 69 anni
5034€ a 70 anni

* simulazione fonte COVIP.
** Ricordiamo che per i nuovi iscritti è obbligatorio versare il TFR a Fondotelemaco.

Federico ha 40 anni, percepisce 30,000€ lordi annui ed è iscritto al comparto Bilanciato dal 2010.

Versando anche lui l’ 1% la rendita al momento della pensione sarà:

4618€ a 66 anni
5044€ a 67 anni
5510€ a 68 anni
6020€ a 69 anni
6580€ a 70 anni.

Continuiamo a fare i conti:

Ilaria, versando l’ 1% al Fondo, con un reddito di 20,000€, versa 200€ annui e, riceve dall’azienda, un contributo di 260€ (l’ 1,3% che il datore versa al Fondo), per un totale annuo di 460 Euro.

Federico versa anche lui l’ 1%, con un reddito di 30,000€ versa 300€ e  riceve dall’azienda un contributo di 390€, per un totale di 690 Euro.

I vantaggi di essere iscritti a Fondotelemaco non finiscono qua: dati reali alla mano, sia Ilaria che Federico, possono calcolare la differenza in €uro tra essere iscritti al Fondo rispetto al trattenere il TFR in seno all’azienda.

Ilaria si trova, in questo momento, con un capitale di 19736€ avendo scelto Fondotelemaco e non di 15289€ nel caso del TFR in seno azienda. Il guadagno è del 29%.

Federico ha accumulato quote per 31175€ anziché 22933€ con un guadagno del 36%. SNATER sempre attento ai propri iscritti e simpatizzanti è a disposizione per qualsiasi approfondimento.

Per maggiori informazioni contattare:

Alfredo Ciangola    335 7691642
Aurelio D’Ascenzo  3357292837
Valerio Biordi          335 7292964
Andrea Francescangeli 331 6024127

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire