Snater Lazio

L’aumento dei prezzi del carburante aggiunge un elemento di notevole criticità nella gestione del rientro in sede programmato a partire dal 1° Aprile.
Un costo che peserà notevolmente nelle tasche dei lavoratori già provati da un decennio di riduzione salariale solidale.

E’ un altro banco di prova che l’azienda ed i lavoratori possono affrontare razionalmente grazie alla flessibilità organizzativa acquisita in 2 anni di lavoro agile

In uno scenario di notevole incertezza, che si aggiunge alle difficoltà gestionali delle norme anticovid tuttora vigenti (distanziamento, super greenpass, ecc..),
SNATER LAZIO chiede una moratoria di 3 mesi (Apr-Giu) alla programmazione dei rientri in sede ovvero consentire il rientro esclusivamente su base volontaria.

Durante questo periodo azienda e RSU potranno misurare l’evoluzione delle complessità geo-politiche che ci troviamo ad affrontare per giungere a migliori proposte circa il ritorno alla “nuova” normalità.

Per maggiori informazioni chiamare:

Alfredo Ciangola    335 7691642

Aurelio D’Ascenzo  3357292837

Valerio Biordi          335 7292964

Andrea Francescangeli 331 6024127

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire