SNATER Lazio

I Fatti:

  • Nel 2010 avviene la cessione del ramo di azienda IT di TIM a SSC.
  • Nel 2015 la Corte di Appello dichiara la NULLITÀ della cessione del ramo d’azienda e ordina a TIM di riammettere in servizio i lavorati cedute.
  • Nel 2017 TIM esegue l’ordinanza del Tribunale.

La Sentenza:

Il giudice dichiara che per il periodo dal 2010 al 2015 i lavoratori devono ricevere un risarcimento.
Mentre per il periodo 2015 al 2017 TIM deve corrispondere il salario completo e ulteriore a quello ricevuto da SSC.

Una vittoria completa dei DIRITTI dei LAVORATORI, Una vittoria dello SNATER e una vittoria del nostro settore LEGALE.

UNA SCONFITTA per l’Azienda che proietta sul nuovo scorporo di NOOVLE un’ombra sinistra, UNA SCONFITTA per i CONFEDERALI che sottoscrissero lo scorporo del 2010 e hanno sottoscritto lo scorporo di NOOVLE di oggi e SOTTOSCRIVERANNO GLI SCORPORI CHE VERRANNO CON LA CONFLUENZA DI RAMI D’AZIENDA VERSO FIBERCOOP.

LO SNATER LAZIO INVITA i colleghi ceduti a NOOVLE a credere nei loro diritti e procedere con le iniziative legali per riaffermare con i loro DIRITTI i DIRITTI DEI LAVORATORI E DEL LAVORO.

INVITIAMO L’AZIENDA TIM AL TAVOLO NEGOZIALE PER FAR RIENTRARE LO SCORPORO NOOVLE NELLE REGOLE DELLO STATO DI DIRITTO.

LO SNATER È DEI LAVORATORI