A partire dal 18 aprile 2017, accedendo al sito 730 dedicato, i contribuenti possono iniziare a verificare se è stata resa disponibile per loro la dichiarazione precompilata dall’Agenzia delle Entrate e dal 1° maggio in poi, sarà possibile anche la trasmissione telematica del modello.

Dal 15 aprile sarà disponibile il 730 precompilato per:

1) Lavoratori dipendenti e pensionati che hanno presentato per il precedente anno:

  • il 730, anche se hanno compilato il quadro RM, RT e RW;
  • il modello Unico PF o Unico mini pur avendo i requisiti per presentare il modello 730.

2) Lavoratori dipendenti e pensionati che hanno ricevuto dal datore di lavoro o ente pensionistico il nuovo modello Cu 2017, ossia, la Certificazione Unica che ha sostiuito il CUD da quest’anno, sempre se tale certificazione è stata trasmessa per via telematica dal sostituto di imposta entro i termini fissati dall’Agenzia delle Entrate.

Ciò significa che se il sostituto non ha provveduto all’invio o l’ha fatto oltre la scadenza, il contribuente non avrà il 730 precompilato caricato e dovrà utilizzare il modello ordinario.

Per scaricare il 730 precompilato 2017 disponibile online a partire dal 18 aprile 2017, i contribuenti devono accedere al seguente indirizzo:

Sia che si disponga del PIN Agenzia Entrate Fisconline, che del PIN INPS dispositivo: 730 precompilato Agenzia delle Entrate.

Una volta effettuata l’identificazione, il contribuente accede alle sezioni del sito 730 che consentono di:

  • Visualizzare la dichiarazione;
  • Accettare il 730 precompilato così come è stato preparato ed elaborato dall’Agenzia;
  • Modificare i quadri 730 al fine di integrare spese non inserite ma effettuate dal contribuente per lui o per conto del familiare a carico e per le quali la legge ha previsto deduzioni e detrazioni Irpef.
  • Trasmettere online il 730 precompilato online una volta che è stato modificato.

Come gli scorsi anni lo Snater mette a disposizione per i propri iscritti il servizio CAF