INPS ha prorogato: OPZIONE DONNA 2022, la Legge di Bilancio ha infatti confermato la proroga che apre le porte della pensione anticipata alle lavoratrici.

IL CALCOLO DELL’ASSEGNO PENSIONISTICO AVVERRÀ CON IL SISTEMA CONTRIBUTIVO.

Possono ottenere la pensione anticipata, con opzione donna, le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2021, abbiano maturato 35 anni di contributi e 58 anni di età (per le autonome 59).

Per soddisfare i requisiti contributivi,  ovvero i 35 anni di versamenti, non valgono i periodi di disoccupazione e malattia mentre sono validi i contributi da riscatto.

Nel caso in cui la lavoratrice debba utilizzare il riscatto agevolato (o un’altra  forma di riscatto con ricalcolo contributivo) le due domande devono essere presentate insieme, ovvero la domanda per il riscatto va in contemporanea con opzione donna.

La domanda può essere presentata direttamente sul portale INPS attraverso il servizio dedicato, si può inoltrare domanda tramite il contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06164164 da mobile o attraverso i Patronati.

Una volta inoltrata la domanda per “opzione donna ” il diritto alla decorrenza della pensione anticipata si consegue una volta trascorsi 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti.

Per i 12 mesi senza copertura pensionistica è possibile negoziare con l’azienda una buonuscita che può risultare vincolante per il lavoratore per aderire o no al pensionamento anticipato “Opzione Donna”

Per maggiori informazioni contattare:

Andrea Francescangeli 3316024127
Alfredo Ciangola 3357691642
Aurelio D’Ascenzo  3357292837
Valerio Biordi 335 7292964

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire