ROMA 26/10/2022

SNATER: NOTIZIE dal FRONTE

Ore 10.45 inizio incontro: 

– Nuove modalitá lavoro agile

– Giornate di chiusura collettiva 2023

Intervento Snater

Noi di Snater cerchiamo di interpretare le esigenze dei lavoratori e per questo, per quanto riguarda il tema in oggetto della riunione di oggi, continuiamo a insistere sulla proposta di estendere a tutti i lavoratori la possibilità di scegliere volontariamente ( e la volontarietà è scontata per legge) tra le seguenti modalità di lavoro:

1) LAVORO DA REMOTO 5 GIORNI SU 5

2) LAVORO AGILE CON MODALITA’ PIU’ FLESSIBILI

3) LAVORO IN UNA SEDE AZIENDALE 5 GIORNI SU 5

L’incontro di oggi avviene a 2 anni e mezzo di distanza dall’inizio della pandemia . Questo tragico avvenimento ha prodotto un cambiamento sostanziale nel rapporto di lavoro…basti pensare che poco prima della pandemia, azienda e cgil cisl e uil firmavano un accordo sul lavoro agile che escludeva, per presunti motivi tecnici, l’accesso al lavoro agile stesso a migliaia di lavoratori del caring e 6 mesi dopo la firma, l’impossibilità veniva smentita dai fatti e dalla pratica…tant’è che dal 8 marzo 2020 il caring è in modalità 

LAVORO DA REMOTO!!! 

Quindi alcune vostre certezze sono state spazzate via dagli eventi…A QUESTO PUNTO SAREBBE OPPORTUNO PRENDERNE ATTO E DISCUTERE DI COME PROSEGUIRE PER IL FUTURO !!!

Non dobbiamo perdere di vista che queste questioni coinvolgono I LAVORATORI, LE FAMIGLIE, i costi di produzione.

La base di partenza per una discussione veramente aperta dovrebbe guardare anche AL RISPARMIO DEI COSTI AZIENDALI che si manifesta attraverso: il calo delle malattie, l’aumento della produttività, il risparmio sui costi energetici, il risparmio delle manutenzioni delle sedi, il risparmio degli affitti e delle gestioni per le sedi chiuse

Non è pensabile SCARICARE COMPLETAMENTE SUI LAVORATORI TUTTO IL PESO ECONOMICO DA SOSTENERE !

Per non parlare poi dell’anacronistica TIMBRATURA IN POSTAZIONE (più volte sconfitta nei tribunali)!!..per la quale sarebbe ora di una salutare CANCELLAZIONE, come e’ da rigettare ogni forma di controllo individuale.

In definitiva Snater è aperta a un dialogo serio e sereno che permetta un confronto (e un eventuale accordo) rispettoso di tutte le forze in campo.

Insomma ci sarebbero tutti gli elementi per una vera discussione sul futuro del lavoro in azienda…ci vogliono le volonta’ politiche e le aperture ideologiche…Snater c’e’

economico e senza alcuna possibilità di introdurre variazioni.

REGISTRIAMO UNA NETTA CHIUSURA NEI CONFRONTI DELLE RICHIESTE FATTE DA SNATER 

Proposte aziendali:

1) 2gg fissi a settimana in sede in quanto i responsabili vogliono avere i lavoratori “ben visibili”;

per il modello di lavoro agile settimanale non cambiano le modalitá di alternanza,

2) Richiesta d’introduzione dei micromoduli e dell’affiancamento individuale, anche da remoto, “al fine di migliorare la prestazione individuale”,

3) Per lavoratori fragili,  genitori di ragazzi disabili e genitori di figli minori di 14 anni l’azienda si attiene esclusivamente a quanto previsto dalle leggi vigenti (ad oggi termine ultimo 31.12.22).

Per i caregiver nessuna apertura.

4) NO ai RISTORI,

NESSUNA APERTURA A QUANTO RICHIESTO A GRAN VOCE DA SNATER: IN PARTICOLARE DI RIPRISTINARE LA MODALITÀ  5 GIORNI SU 5 DA REMOTO !

Alle ore 18.40 l’azienda chiude l’incontro, 

il coordinamento RSU verrà riconvocato sul tema entro la prima settimana di novembre.

Dai il tuo supporto iscrivendoti! Clicca per aderire